I disegni visionari di Emma Kunz

di Redazione

2019-05-20T01:05:14+02:0023 Aprile 2019 |

A Londra, presso la Serpentine Gallery, è in corso un’interessante, e per certi versi particolare, esposizione dedicata all’opera visionaria dell’artista svizzera Emma Kunz (1892-1963). La Kunz oltre a esprimersi artisticamente, praticò la guarigione e la naturopatia, amava definirsi una ricercatrice della natura e fu la scopritrice dei poteri terapeutici della roccia estratta dalla cava romana di Würenlos, alla quale diede il nome di AION A e che si trova tutt’ora in vendita presso le farmacie della Svizzera.

Emma Kunz, Work No. 396, pencil and crayon on graph paper with brown lines, 42 x 42 cm. Courtesy Emma Kunz Zentrum.

La mostra di Londra è la sua prima personale in terra britannica e presenta ai visitatori oltre sessanta disegni poco conosciuti – da lei stessa descritti come “creazione e forma espresse come misura, ritmo, simbolo e trasformazione del numero e del principio” – realizzati a partire dal 1938 usando grafite e matite colorate su carta millimetrata di grande formato.

Emma Kunz, Work No. 003, crayon on graph paper with brown lines, 96 x 96 cm. Courtesy Emma Kunz Zentrum.

Le sue opere artistiche, ispirate da una visione del mondo olistica, non furono mai mostrate in pubblico durante la sua vita, forse, anche perché lei stessa sosteneva che fossero meglio destinate al ventunesimo secolo. Sebbene non avesse mai ricevuto un’educazione artistica, i numerosi disegni geometrici realizzati, visioni di campi energetici dai quali poteva formulare diagnosi per i suoi pazienti, costituiscono un opus artistico molto ricco e affascinante.

Emma Kunz, Work No. 020, pencil, crayon and oil crayon on graph paper with brown lines, 79 x 79 cm. Courtesy Emma Kunz Zentrum.

L’esposizione del lavoro della Kunz è stata concepita conversando con l’artista Christodoulos Panayiotou, il quale ha realizzato per l’occasione alcuni banchi in roccia terapeutica AION A, da utilizzare per contemplare i disegni esposti e come portatori di energia cosmica dell’artista svizzera.