Percorsi di rigenerazione artistica a Bibione

di Mina Fiore

2019-09-12T08:37:58+02:0011 Settembre 2019 |

È in corso di svolgimento l’iniziativa LandPlay Walk, con la realizzazione di installazioni ambientali presso il litorale di Bibione (Comune di San Michele al Tagliamento, Venezia).
L’iniziativa rientra in un progetto pluriennale di promozione di un “percorso tra Natura e Arte verso il Faro di Bibione”, attraverso un approccio che unisce tutela ambientale, land art e gioco.

Il paesaggio (land, lansdcape), viene arricchito di elementi ludici e anche “messo in gioco” (play) facendo perno sul percorso ciclopedonale (walk) che porta dall’area urbana di Bibione fino al faro sull’arenile, tracciato che si snoda a contatto con il sistema paesaggistico dunale e boschivo, elementi ad alta valenza naturalistica.

Il progetto recepisce e rilancia una tendenza spontanea alla fruizione ludica e ricreativa di questa porzione di litorale, cercando di trasformarla in azione strategica, con interventi permanenti di rigenerazione dei luoghi e con riflessioni e sguardi a cavallo tra natura, arte e ambiente.

La progressiva rigenerazione artistica dell’area, vede, in questa sua prima fase, il coinvolgimento di sei artisti impegnati fino al 15 settembre nella realizzazione di 5 opere open air lungo il percorso designato. Gli artisti, scelti tra quelli di consolidata esperienza e tra gli emergenti, sono: Guerrino Dirindin, Anna Pontel, Alberto Fiorin, Nicolas Vavassori e Carlo Vidoni con Patrizia Polese.

Il programma prevede anche un confronto aperto con i progettisti, attraverso incontri pomeridiani presso l’area espositiva del faro (fino al 14 settembre, dalle 17 alle 18.45). Per giungere, infine, all’inaugurazione del percorso domenica 15 settembre, alle ore 17.
L’iniziativa, promossa dall’Assessorato alla Cultura del Comune di San Michele al Tagliamento, in collaborazione con Bibione Spiaggia srl, è curata da Marco Pasian e Paola Bristot e organizzata dall’Associazione Culturale Vivacomix di Pordenone, con il patrocinio dell’OAPPC della provincia di Venezia.