Louis Kahn e Venezia, a Mendrisio

Il 12 ottobre si inaugura l’esposizione Louis Kahn e Venezia. Il progetto per il Palazzo dei Congressi e il Padiglione della Biennale, presso il nuovo Teatro dell’architettura dell’Università della Svizzera italiana, progettato a Mendrisio (Svizzera) da Mario Botta.
La mostra, dedicata al famoso architetto americano e al suo rapporto con la città lagunare, inaugura anche il programma espositivo del Teatro lungo i tre piani fuori terra (oltre ai due interrati) del nuovo edificio di forma circolare.

Louis Kahn, Basilica di San Marco, Venezia, 1951, pastello su carta, 31,7 x 39,4 cm. Credit: Sue Ann Kahn / Art Resource, NY.

Il lungo legame di Kahn con Venezia inizia nel 1928, con la sua prima visita; continua negli anni con altri viaggi e viene definitivamente “consolidato con le partecipazioni alla Biennale, l’amicizia con Carlo Scarpa, le diverse lezioni tenute e, soprattutto, con il suo progetto, rimasto sulla carta, per il Palazzo dei Congressi”.

Louis Kahn sul tetto di palazzo Ducale, Venezia, febbraio 1972. Credit: © Archivio UIA Venezia.

La rassegna è suddivisa in sezioni tematiche – Kahn e Venezia; Ritorno in Europa; Giuseppe Mazzariol e l’idea di Venezia; Frank Lloyd Wright e Le Corbusier a Venezia; La lezione di Louis Kahn; Louis Kahn e Carlo Scarpa; Il progetto di Louis Kahn per Venezia –, che espongono disegni e schizzi originali, modelli, fotografie e altri documenti “in parte inediti, provenienti da numerosi archivi internazionali e collezioni private, tra cui The Architectural Archives-University of Pennsylvania di Philadelphia, il Canadian Centre for Architecture di Montréal, la Fondazione Querini Stampalia di Venezia, la collezione di Sue Ann Kahn di New York e altri”.

Modello del progetto di Louis Kahn per il Palazzo dei Congressi ai Giardini della Biennale. Credit: Louis I. Kahn Collection, The University of Pennsylvania and the Pennsylvania Historical Museum Commission.

Tra il numeroso e ricco materiale espositivo spiccano: i disegni originali di Kahn realizzati, tra il 1968 e il 1972, per il Palazzo dei Congressi; i suoi disegni a mano libera di architetture veneziane; le registrazioni delle lezioni e conferenze di Kahn tenute a Venezia; i disegni originali di progetti per Venezia, mai realizzati, a cura di Le Corbusier e di Frank Lloyd Wright.

Louis Kahn, schizzi prospettici del Padiglione della Biennale e del Palazzo dei Congressi, Venezia, s.d. [1968 o 1969]. Credit: Canadian Centre for Architecture, Montréal.

La rassegna su Louise Kahn è stata organizzata dalla Fondazione Teatro dell’architettura di Mendrisio e dall’Accademia di architettura dell’Università della Svizzera italiana. Le due istituzioni, insieme, hanno promosso la realizzazione del Teatro dell’architettura, il cui obiettivo è quello di “offrire uno strumento a favore del dibattito culturale sull’architettura”.