TWA Hotel, New York, USA

Il nuovo TWA Hotel, in attesa di essere inaugurato il 15 maggio presso il Terminal 5 dell’aeroporto internazionale John F. Kennedy di New York, include all’interno del complesso alberghiero anche il volume restaurato del TWA Flight Centre, opera architettonica di Eero Saarinen.

TWA Hotel Rendering. Courtesy of MCR Development.

Questo esempio iconico di architettura moderna – progettato da Saarinen per la compagnia aerea Trans World Airlines a partire dal 1955 e inaugurato nel 1962, un anno dopo la morte dello stesso – negli ultimi anni era caduto in disuso per l’impossibilità di sostenere le sempre più grandi dimensioni degli aerei moderni, fino alla sua definitiva chiusura nel 2001. Eppure, il valore architettonico e storico dell’edificio era stato riconosciuto già nel 1994, inserendo i suoi “plastici” spazi interni e i fronti esterni nell’elenco dei NYC Landmark, e includendo, successivamente, l’opera nel Registro dei luoghi storici sia nazionale che dello Stato di New York.

TWA Hotel Curtain Wall Installation, March 2018. Photo: Max Touhey, Courtesy of MCR Development.

Dopo che, nel 2015, il governatore dello Stato di New York, Andrew Cuomo, confermò l’interesse di un operatore immobiliare alla realizzazione di un nuovo albergo in loco, insieme alla conversione dell’edificio storico di Saarinen allo stato attuale, sembra che l’iniziativa, ormai in dirittura d’arrivo, soddisfò appieno tutti: la città e lo Stato di New York, l’investitore e proprietario alberghiero MCR and MORSE Development e i numerosi semplici cittadini e amanti dell’architettura moderna.

Interni del TWA Flight Centre di Eero Saarinen restaurato. Photo: Max Touhey Courtesy of MCR Development.

Il progetto del TWA Hotel prevede – oltre al completo restauro dell’edificio di Saarinen e la sua riconversione funzionale in una grande lounge a servizio dell’albergo e delle sue altre strutture – anche due nuove “ali” architettoniche, volumi di forma semicircolare posizionati dietro l’iconico TWA Flight Centre.

Interni del TWA Flight Centre di Eero Saarinen restaurato. Photo: Max Touhey Courtesy of MCR Development.

La parte nuova del TWA Hotel è stata progettata dallo studio Lubrano Ciavarra Architects, mentre le operazioni di restauro sono state seguite dallo studio Beyer Blinder Belle.
Il nuovo albergo è composto da un totale di 512 camere, caratterizzate – come d’altronde tutto il complesso – da un’accuratissima “ambientazione” interna, a evocazione della storia del terminal originale, e da affascinanti vedute sulle vicine piste dell’aeroporto e sul restaurato TWA Flight Center di Saarinen. Per ovviare al rumore del traffico aeroportuale le facciate curve dell’albergo, interamente vetrate, sono state realizzate mediante “sandwich”, composti da ben sette strati di vetro.

TWA Lounge. Photo: Jesse David Harris Courtesy of MCR Development.

Completano l’intera struttura alberghiera: una grande sala per conferenze per circa 1.600 persone, sei ristoranti, otto bar, un osservatorio panoramico di circa 930 mq, un centro fitness, negozi e un museo dedicato alla Jet Age, alla TWA e al movimento del design moderno della metà del secolo, un grande parcheggio e tanto altro.

L’interno di una stanza del nuovo TWA Hotel. Photo: David Mitchell Courtesy of MCR Development.

Il TWA Hotel costituisce non solo l’unico albergo al servizio dei viaggiatori all’interno dell’aeroporto JFK, ma anche un nuovo centro congressuale e per il tempo libero all’interno dell’area metropolitana di New York.

TWA Lounge. Photo: Emily Gilbert Courtesy of MCR Development.