Casa S39, Pozzallo (Ragusa)

La casa si colloca in una delle vie centrali e storiche di Pozzallo, una cittadina sul mare a sud della Sicilia. Il carattere della via con fronti a cortina, una volta contraddistinta da edifici bassi con ingressi decorati, è stato fortemente compromesso negli anni ’70 da un mercato che ha dato spazio ad ampie demolizioni e alla realizzazione di condomini multipiano.

 Foto: Andrea Ceriani.
(cliccare sull’immagine per consultare la galleria fotografica)

Casa S39, ha mantenuto fondamentalmente e fortunatamente il suo carattere di edificio storico dei primi del ’900, con due ampie stanze a volta a crociera che si affacciano sulla strada e con i muri perimetrali del lotto in pietra. Il cortile retrostante, presente al momento della costruzione della casa, ha subìto invece varie trasformazioni; nel corso degli anni è stato colmato da una serie di ambienti, superfetazioni, che ne ha compromesso la natura riducendolo ad un cavedio, troppo piccolo per garantire una buona illuminazione naturale delle stanze. Così la casa si è trovata compressa tra edifici adiacenti di 4-5 piani e priva del suo spazio aperto da cui prendere respiro. L’intervento ha preso le mosse proprio da queste due condizioni.

 Foto: Andrea Ceriani.
(cliccare sull’immagine per consultare la galleria fotografica)

Casa S39 è oggi una casa introversa, che si isola dalla caoticità del contesto architettonico e si rivolge al suo interno verso il nuovo cortile, ricreato tramite la sottrazione di tutte le superfetazioni e la realizzazione di un ampliamento con sviluppo a “L”, che l’ha resa oltretutto funzionale alle nuove esigenze della famiglia.

 Foto: Andrea Ceriani.
(cliccare sull’immagine per consultare la galleria fotografica)

Le due stanze sul fronte strada, con le bellissime volte in incannucciato alte 5 m, hanno mantenuto la propria identità; le pareti in pietra sono state liberate dall’intonaco e la riapertura di un vecchio ingresso su strada ne ha esaltato ancor più la matericità. Una vecchia porta modanata conduce da una delle due stanze voltate al corridoio di distribuzione del nuovo corpo di fabbrica.

 Foto: Andrea Ceriani.
(cliccare sull’immagine per consultare la galleria fotografica)

L’ampliamento di 130 mq, che ospita principalmente la zona notte, si distribuisce su tre livelli la cui superficie si riduce progressivamente verso l’alto. In questo modo ogni piano si arricchisce di una terrazza e il cortile risulta luminoso e allo stesso tempo piacevolmente ombreggiato, uno spazio aperto la cui intimità e ariosità offrono una nuova dimensione di vita alla casa.

Piante dei tre livelli della casa.
(cliccare sull’immagine per consultare la galleria fotografica)

Se sul fronte strada, quello pubblico, la casa dichiara quasi unicamente il suo carattere storico, nel cortile l’inserimento di un nuovo layer, decisamente contemporaneo, è evidente. L’intonaco bianco, le pareti in pietra, il nuovo rivestimento chiaro a pavimento e i serramenti a tutta altezza in rovere creano continuità tra gli ambienti storici e quelli di nuova costruzione e tra gli interni e gli esterni della casa, che trova così una nuova identità.

Foto: Andrea Ceriani.
(cliccare sull’immagine per consultare la galleria fotografica)