9 film da non perdere al MDFF

Apre domani, 25 ottobre, la sesta edizione del Milano Design Film Festival, la rassegna cinematografica milanese dedicata alla “composita visione del paesaggio del vivere e dell’abitare, in cui tutto è progetto”.
Nei quattro giorni della manifestazione, le oltre 60 proiezioni di documentari, biografie e storie verranno affiancate da numerosi dibattiti e lecture, che vedranno protagonisti architetti, designer, registi, critici e produttori cinematografici.

Tra le proiezioni in programma vi segnaliamo i seguenti nove titoli, a ingresso gratuito, la cui visione darà diritto, a crediti formativi professionali:

Fotogramma del film The Power of the Archive. Renzo Piano Building Workshop.

– 25 ottobre, ore 19
The Power of the Archive. Renzo Piano Building Workshop
regia di Francesca Molteni, durata 35’
relatori: Francesca Molteni e Fulvio Irace
“Un luogo di sperimentazione, svelato attraverso le testimonianze di chi lo custodisce, lo sistematizza, lo vive quotidianamente. L’Archivio RPBW è la metafora alleggerita del porto di mare: dove i materiali vanno e vengono, e ogni andata e ogni ritorno portano con sé qualcosa di nuovo, forse anche di imprevisto, che ne arricchisce i contenuti e le potenzialità di comunicazione”.
Prenotazioni >>

Fotogramma del film Object to Project. Giorgetti Design since 1898.

– 25 ottobre, ore 21
Object to Project. Giorgetti Design since 1898
regia di Francesca Molteni, durata 32’
relatori: Francesca Molteni, Cristiana Colli, Alberto Bassi, Massimo Scolari
“Tradizione e innovazione, territorio e progetti, sfide e trasformazioni si intrecciano in una narrazione ricca di interviste che raccolgono le molte storie dei protagonisti, dentro e fuori il mondo dell’impresa. A iniziare da Carlo Giorgetti, nipote del fondatore Luigi, che imprime una nuova direzione all’azienda sbarcando in America già negli anni Trenta”.
Prenotazioni >>

Fotogramma del film Achille Castiglioni. Tutto con un niente.

– 26 ottobre, ore 18
Achille Castiglioni. Tutto con un niente
regia di Valeria Parisi, durata 45’
relatori: Valeria Parisi, Patricia Urquiola, Didi Gnocchi, Eugenio Cecchin (AD Italia, Ideal Standard)
“Un documentario che ha per filo conduttore una lunga e in gran parte inedita intervista realizzata nel 1999 nel studio milanese di Piazza Castello. Circondato dai suoi oggetti e soprattutto da una grande quantità di giochi raccolti durante tutta una vita, Castiglioni si racconta con generosità e humor”.
Prenotazioni >>

Fotogramma del film Park Associati with AIR3.

– 26 ottobre, ore 18
Park Associati with AIR3
a cura di Filippo Pagliani e Michele Rossi, durata 50’
relatori: Carlo A. Signon, Antonio Valvo, Carlo Prevosti
“Abbiamo costruito tre racconti attraverso la sequenza di tracce di film, circoscritte all’interno di un tema di volta in volta comune, in modo che potessero tenere il filo della narrazione: un caleidoscopio multiforme di colori, suoni, paesaggi, architetture, emozioni”.
Prenotazioni >>

Fotogramma del film Two Basilicas.

– 26 ottobre, ore 19.30
Two Basilicas
regia di Heinz Emingholz, durata 36’
relatori: Roberta Spigarelli
“La chiesa di Grundtvigs (1913-1940) a Copenaghen, progettata da Peder Vilhelm Jensen-Klint e costruita da sei maestri muratori e dai loro assistenti nel periodo di ventisette anni, e la Cattedrale di Santa Maria Assunta (1290-1591) a Orvieto, progettata ed eseguita da molti maestri muratori e artigiani in un periodo di trecento anni”.
Prenotazioni >>

Fotogramma del film Non abbiamo sete di scenografie. La lunga storia della chiesa di Alvar Aalto a Riola.

– 26 ottobre, ore 20.45
Non abbiamo sete di scenografie. La lunga storia della chiesa di Alvar Aalto a Riola
regia di Mara Corradi e Roberto Ronchi, durata 60’
relatori: Mara Corradi, Roberto Ronchi, Marco Tamarri, Hilla Okkonen, Michele Zanin
“La Chiesa di Riola di Vergato, in provincia di Bologna, pur essendo l’unica opera italiana di uno dei più grandi maestri del Movimento Moderno, Alvar Aalto, è rimasta quasi sconosciuta ai più per quarant’anni (…) Il documentario va alla scoperta di questa preziosa opera e racconta l’interessante vicenda che portò alla sua edificazione”.
Prenotazioni >>

Fotogramma del film Mies on scene.

– 28 ottobre, ore 15.30
Mies on scene
regia di Pep Martì Xavi Camprecios, durata 58’
relatori: Mara Servetto, Ico Migliore, Raffaello Galiotto
“Il padiglione di Barcellona è ancora circondato da miti e misteri che questo documentario affronta, inquadrando l’edificio in un ritratto in due atti di Barcellona che ne ha reso possibile la costruzione nel 1929 e la sua ricostruzione nel 1986 (…) una riflessione sulla capacità trasformativa dell’arte, la percezione emotiva dello spazio e il concetto di capolavoro”.
Prenotazioni >>

Fotogramma del film Chez Le Corbusier. Coproduction Imagissime – Fondation Le Corbusier.

– 28 ottobre, ore 18.45
Chez Le Corbusier
regia di Olivier Lemaire, durata 33’34”
relatori: Olivier Lemaire, Bénédicte Gandini, Barbara Lehmann, Francesco Dal Co
“È nel 1934 che Le Corbusier lascia il suo appartamento in rue Jacob a Parigi per trasferirsi negli ultimi due piani dell’Immeuble Molitor al civico 24 di rue Nungesser-et-Coli nel quartiere di Boulogne (…) Questo appartamento-duplex rappresenta la matrice di tutto il suo lavoro, il luogo del laboratorio dove vivrà (…) e dove sperimenterà le sue riflessioni sull’architettura”.
Prenotazioni >>

Fotogramma del film Moriyama San.

– 28 ottobre, ore 20.30
Moriyama San
regia di Ila Bêka & Louise Lemoine, durata 63’
relatori: Ila Bêka, Louise Lemoine
“Un’immersione di sette giorni nella straordinaria-ordinaria vita del signor Moriyama, l’abitante di (…) casa Moriyama, costruita a Tokyo nel 2005 e progettata dal Premio Pritzker Ryue Nishizawa. Ila Bêka racconta (…) i tratti unici e distintivi del proprietario. Un eremita urbano, appassionato di arte, musica e architettura”.
Prenotazioni >>

Per i cfp, i professionisti iscritti all’Ordine degli architetti di Milano potranno autocertificare le visioni dei film sulla piattaforma iM@teria, allegando i biglietti delle proiezioni, richiedendo 1 cfp a proiezione, con un max di 15 cfp nel triennio 2017-19 su questo tipo di attività – Art. 5.4 Linee Guida “mostre, fiere e simila”.
L’ingresso è libero fino ad esaurimento posti con controllo a ingresso sala. Non è quindi necessario passare dalle casse a ritirare nessun biglietto.