Restauro e valorizzazione del Ponte Musmeci

di Redazione

2020-04-01T17:42:19+02:002 Marzo 2020 |

Il Comune di Potenza bandisce un concorso di progettazione per il restauro conservativo e la valorizzazione del viadotto dell’Industria sul fiume Basento, conosciuto anche come ponte sul Basento o ponte Musmeci, dal nome dell’ingegnere romano Sergio Musmeci (1926-1981), che lo progettò a partire dal 1967 (realizzazione: tra il 1971 e il 1976).

Foto: Pasquale Fanelli, 2019 (da: “Sergio Musmeci. Il genio”, Fondazione Inarcassa).

Obiettivo del concorso è “valorizzare il patrimonio culturale materiale e immateriale, operando mediante un complesso di azioni integrate che comprendono interventi di conservazione, fruizione e valorizzazione anche a fini turistici” del ponte, per consentire il suo “inserimento nei circuiti nazionali e internazionali”, anche in seguito al “provvedimento di tutela che riconosce l’opera, tra le prime in Italia nel Novecento, monumento di interesse culturale”.

Tav. 1. Rilievo a mezzo scanlaser. Sezini longitudunali e piante.

Il concorso è articolato in due gradi in forma anonima. La prima fase, “elaborazione idea progettuale”, è finalizzata a selezionare le 5 migliori proposte ideative, in linea con le richieste e limitazioni indicate nel bando, che saranno, poi, ammesse alla fase successiva.
Il termine ultimo per la ricezione delle proposte relative al primo grado è fissato entro le ore 12, del 7 aprile 2020.
Dopo l’espletamento del secondo grado, “elaborazione progettuale”, si dovrà arrivare “ad avere un progetto con livello di approfondimento pari a quello di un progetto di fattibilità tecnica ed economica”.
Per garantire l’anonimato e le condizioni uniformi di partecipazione, per tutte le procedure del concorso saranno utilizzate soltanto le vie telematiche attraverso il sito web.

Foto: Pasquale Fanelli, 2019 (da: “Sergio Musmeci. Il genio”, Fondazione Inarcassa).