Recupero della Rocca di Ripafratta

di Redazione

2019-02-18T01:46:51+02:0031 Gennaio 2019 |

Le associazioni 120g e Salviamo La Rocca bandiscono un concorso internazionale di idee sul recupero della Rocca di Ripafratta a San Giuliano Terme (Pisa).
Attualmente, il castello, una delle più antiche fortificazioni medioevali del territorio toscano, è in stato di rovina. Dopo l’ultimo intervento di restauro, effettuato nel lontano 1504 da Giuliano da Sangallo, e con la presunta collaborazione di Leonardo da Vinci, la fortificazione si presenta ai giorni nostri sostanzialmente come una cerchia di mura che racchiude al suo interno una torre centrale.

Il concorso – promosso con il supporto organizzativo e il patrocinio di FAI, Italia Nostra, Comune di San Giuliano Terme, Università di Pisa – Destec, Confesercenti, Ordine degli Architetti PPC di Pisa, Istituto Italiano dei Castelli – si pone l’obiettivo di recuperare la Rocca di Ripafratta attraverso la sua trasformazione in un luogo destinato ad attività sportive, ricreative e di spazi verdi pubblici, connessi con i percorsi CAI dei Monti Pisani.
La partecipazione al concorso è aperta ad architetti, ingegneri e studenti; la scadenza per la consegna degli elaborati, una tavola in formato A1, è il 15 maggio 2019.

La giuria internazionale è composta da: Massimo Alvisi & Junko Kirimoto (Alvisi Kirimoto + Partners); Gong Dong (Vector Architects); Mats Andersen & Trond Greve (MIR); Werner Tscholl (Werner Tscholl Architecture); Chris Precht (Penda); Ted Baab (SO-IL); Alejandro Guerrero & Andrea Soto (Atelier Ars); Marina Tabassum (Marina Tabassum Architecture); Marco Giorgio Bevilacqua (Università di Pisa); Gabriele Cei (Ordine degli Architetti di Pisa); Associazione Salviamo la Rocca.
Il montepremi è di 2.500 euro e i progetti selezionati saranno esposti nel mese di giugno all’annuale “Festa della Rocca”.