Partecipa alla 6a edizione di LafargeHolcim Awards

Sono in dirittura d’arrivo i termini – le iscrizioni chiudono il 25 febbraio 2020 – per partecipare alla sesta edizione del premio internazionale LafargeHolcim Awards, promosso dalla Fondazione LafargeHolcim. Si tratta di un’iniziativa-premio prestigiosa quanto unica, che ormai possiamo tranquillamente definire anche la più importante a livello mondiale, dedicata alle tematiche dell’edilizia sostenibile.
Nello specifico, il concorso cerca progetti in fase avanzata, con alta probabilità di realizzazione, e idee coraggiose dalle nuove generazioni, la cui costruzione non deve, tuttavia, essere stata avviata prima del 1° gennaio 2019 e che combinino parametri di edilizia sostenibile con eccellenza architettonica.
Il montepremi ammonta fino a 2 milioni di USD ed è rivolto a progetti e idee nel campo di architettura, ingegneria, pianificazione urbana, scienza dei materiali, tecnologia delle costruzioni e altri ambiti correlati.

Il premio è suddiviso in due distinte categorie:
– “Main Award”, cui concorrono architetti, ingegneri, pianificatori, proprietari di progetti, costruttori e imprese di costruzione presentando opere architettoniche “sostenibili”, realizzate o in avanzata fase di progettazione, con un’alta probabilità di esecuzione;
– “Next Generation”, riservata a giovani professionisti e studenti fino ai 30 anni, i quali potranno proporre liberamente tutte le loro visioni e audaci idee in tema di edilizia e sviluppo sostenibile, anche se si trovano tutt’ora in una fase preliminare di progettazione.
In entrambe le categorie, l’esecuzione del progetto non deve essere iniziata prima del 1° gennaio 2019.

Tutti i contributi pervenuti saranno valutati da giurie indipendenti in base ai cinque “obiettivi target”, le linee guida per l’edilizia sostenibile definite dalla Fondazione LafargeHolcim:
– Innovazione e trasferibilità / Progresso;
– Standard etici e inclusione sociale / Persone;
– Risorse e prestazioni ambientali / Pianeta;
– Fattibilità economica e compatibilità / Prosperità;
– Impatto estetico sull’ambiente / Luogo.

“Hydropuncture”, complesso di ritenzione e trattamento dell’acqua accessibile al pubblico, Mexico City, progetto di Loreta Castro Reguera e Manuel Perló (e altri), dell’UNAM – Universidad Nacional Autónoma de México, Messico.
Progetto vincitore, categoria Gold, del premio Global LafargeHolcim Awards 2018.
(cliccare sull’immagine per consultare la galleria fotografica)

La competizione LafargeHolcim Awards si sviluppa contemporaneamente in cinque grandi regioni geografiche, ciascuna con una propria giuria indipendente formata da rinomati professionisti e specialisti della materia.
Le cinque giurie regionali sono rispettivamente guidate da Jeannette Kuo, Karamuk Kuo Architects (Europa), Reed Kroloff, Illinois Institute of Technology (Nord America), Loreta Castro Reguera, Taller Capital (America Latina), Mariam Kamara, atelier masōmī (Africa Medio Oriente) e Nirmal Kishnani, Università Nazionale di Singapore (Asia Pacifico).

“Legacy Restored”, complesso religioso e secolare in Dandaji, Niger, progetto di Mariam Kamara – atelier Masomi, Niger e Yasaman Esmaili – studio Chahar, Iran.
Progetto vincitore, categoria Silver, del premio Global LafargeHolcim Awards 2018.
(cliccare sull’immagine per consultare la galleria fotografica)

Nella prima fase della competizione, le 5 giurie regionali, ospitate presso le sedi universitarie associate con la Fondazione LafargeHolcim, assegneranno ciascuna 11 premi, individuando 3 vincitori e 4 premi di riconoscimento per ciascuna delle categorie “Main Award” e “Next Generation”. I progetti premiati saranno annunciati nella seconda metà del 2020 durante le cinque cerimonie di premiazione, una per regione geografica di competenza.
Nella successiva fase della competizione, quella globale, i 15 progetti vincitori delle singole fasi regionali competeranno, nel 2021, per il Global LafargeHolcim Awards (Global Awards Gold, Silver e Bronze), che sarà valutato da una giuria globale guidata da Hashim Sarkis, Massachusetts Institute of Technology, USA, e curatore della Biennale di Architettura di Venezia del 2020.

“Grassroots Microgrid”, iniziativa di pianificazione comunitaria, Detroit, USA, progetto di Constance C. Bodurow – studio[Ci] (e altri), Detroit, USA.
Progetto vincitore, categoria Bronze, del premio Global LafargeHolcim Awards 2018.
(cliccare sull’immagine per consultare la galleria fotografica)