Centro parrocchiale S. Rosario, Bolzano

L’area si sviluppa su una superficie di circa 13.900 m2 situati fra via Claudia Augusta e le pendici del Colle nel quartiere Oltrisarco. Il progetto ricade in un contesto urbanistico particolarmente delicato: presenza della chiesa, del sagrato, del nuovo edificio residenziale con piano terra e interrato adibito a garage e supermercato.
La progettazione doveva risolvere: le richieste spazio-funzionali della committenza; i flussi pedonali e carrabili distinti; la diversificazione degli accessi a singole parti del complesso edilizio, come zona sportiva, centro sociale, centro associazioni, teatro; edificare un nuovo garage interrato collegato al garage residenziale e commerciale; ottenere la certificazione energetica CasaClima “A”.

Foto: Samuel Holzner. (cliccare sull’immagine per consultare la galleria fotografica)

Inoltre, l’intervento doveva assolvere le seguenti esigenze urbanisticho-architettoniche:
− centralità della chiesa e del sagrato come elemento di “soglia e connessione” con il quartiere;
− strutturare i nuovi volumi (centro socio parrocchiale e centro associazioni) come “fulcro organizzativo degli spazi esterni” in modo da permetterne la fruizione separata tra le varie attività e al contempo garantire all’occorrenza un’unitarietà di utilizzo e favorire la possibilità di relazione tra i fruitori;
− dotare i nuovi spazi costruiti di forte relazione con le aree esterne (sportive, verdi, ecc.);
− facilitare le relazioni con il quartiere mediante una buona permeabilità pedonale (volumi attraversabili);
− completare e ricomporre lo spazio adiacente la chiesa (antistante la canonica), per realizzare una sorta di corte, spazio dedicato alle attività parrocchiali che permetta di filtrare gli spazi sportivi e delle feste, notoriamente più rumorosi e frenetici.

Foto: Samuel Holzner. (cliccare sull’immagine per consultare la galleria fotografica)

Il nuovo volume del centro sociale parrocchiale diviene “quinta” del nuovo sagrato, un volume bianco minimale che dialoga con il nuovo spazio antistante la chiesa e con un recente edificio residenziale. Al contempo funge da elemento per la definizione di una nuova corte interna a nord e del nuovo spazio sportivo a sud. In esso si configura un chiaro percorso lineare, continuo fino alla retrostante area verde con suggestivi spazi in triplice altezza ove penetra una luce zenitale attraverso squarci verticali nel percorso. Una quinta materica di calcestruzzo pigmentato, si innesta nel volume e risolve la connessione tra il nuovo edificio e il teatro oggetto di ristrutturazione e ampliamento della torre scenica. Il setto diviene la quarta facciata della corte interna più intima rispetto alle zone pubbliche. Il volume prismatico è stato scavato con generose aperture e gli sfondati sono trattati con una grana più grossa e tinteggiati a contrasto.

Foto: Samuel Holzner. (cliccare sull’immagine per consultare la galleria fotografica)

Tutta l’area è stata riprogettata, nella disposizione delle aree scoperte e nella riorganizzazione degli accessi pedonali e veicolari. Partendo dalla chiesa, è stata ridefinita la dimensione e la forma del sagrato liberandolo dai parcheggi e dal passaggio dei veicoli, mantenendo solamente l’accesso pedonale alla chiesa e al centro tramite il percorso porticato ricavato nel prospiciente edificio residenziale.
È stato proposto un nuovo accesso veicolare al centro da via Aslago, aprendo un varco nella cortina edificata, garantendo l’accesso con i mezzi di servizio in modo autonomo, diversificando i flussi carrabili e assicurando un migliore accesso agli eventuali mezzi di soccorso; al contempo riqualifica l’edificio teatro-cinema isolandolo dal complesso chiesa-canonica. Parcheggio interrato è accessibile da via Claudia Augusta.

Foto: Samuel Holzner. (cliccare sull’immagine per consultare la galleria fotografica)

Il centro sociale parrocchiale è concepito come una struttura polivalente, articolato su quattro piani (due interrati e due fuori terra). In esso trovano ubicazione attività sociali e parrocchiali, gli spazi del centro giovani, le sale riunioni e la sede di alcune associazioni. Al piano terra è stato realizzato un salone polivalente e per le feste, prevalentemente vetrato e in diretta comunicazione con i cortili e lo spazio cucina, quest’ultima sarà a servizio anche dell’area verde per le feste all’aperto. L’accesso alla struttura avviene attraverso un atrio posto sotto il percorso porticato e rivolto verso la corte interna, e da qui si accede al sistema di collegamento verticale che collega tutti piani della struttura. Si può inoltre raggiungere anche il piano garage posto al secondo interrato.
Centro anziani e sociale    L’edificio dedicato agli spazi per le associazioni e anziani è un edificio ad un piano fuori terra più due piani interrati (in cui sono ricavati al primo gli spogliatoi a servizio dell’area sportiva e al secondo il garage a servizio del centro) posto sul limite est dell’area. Un’uscita diretta sul retro favorisce l’utilizzo dell’area verde retrostante e dei campi da bocce.

Foto: Samuel Holzner. (cliccare sull’immagine per consultare la galleria fotografica)

Area sportiva e ricreativa si configura con un disegno regolare e verrà utilizzata sia per il calcio e pallavolo (dim. 40 x 25 metri), che come area gioco. Nel piano seminterrato sono realizzati gli spogliatoi.
Area verde retrostante il cinema, verso la montagna, è completamente a prato, dotato di servizi igienici sottostanti la torre scenica, fulcro delle attività all’aperto e fortemente relazionata con gli spazi abitativi.
Cinema teatro completamente ristrutturato e ampliato è dotato di nuovo palcoscenico. Questa operazione ne permetterà un maggiore utilizzo garantendo una buona polivalenza della struttura omologata come luogo per il pubblico spettacolo. L’intervento di ristrutturazione ha recuperato la struttura.
Garage interrato su un livello, capienza di 20 posti, è connesso con garage residenza/commercio.

Foto: Samuel Holzner. (cliccare sull’immagine per consultare la galleria fotografica)

Aspetti tecnici Sotto gli aspetti tecnici e di applicazione di nuove tecnologie l’intervento utilizza la tecnologia vasca bianca Zementol, il calcestruzzo pigmentato con inerti a vista, mediante casseratura con ritardante superficiale per il lavaggio del Cls prima della sua essicazione, soluzioni tecniche/impiantistiche CacaClima classe “A”, vespaio anti Radon, impiantistiche del cinema teatro – impianto a tutta aria con pompa di calore per il condizionamento ricambio aria, impianti di sicurezza composti da integrazione impianto sprinkler da gruppo pompaggio esistente del condominio nell’autorimessa per mantenere il compartimento antincendio unico e unica rampa di accesso, impianto fotovoltaico e solare termico.
Il progetto ha tenuto conto dell’ottimizzazione del Ciclo di vita costo:
− i costi sostenuti dall’utente, quali costi relativi all’acquisizione, connessi all’utilizzo (consumo di energia, ecc.), di manutenzione, di raccolta e riciclaggio a fine vita sono molto limitati poiché sono stati scelti materiali di ampio uso e reperibilità sul mercato, con ridotti oneri di manutenzione (mattoni Poroton, piastrelle gres, linoleum, serramenti in alluminio, intonaci semplici da ritinteggiare, tetto rovescio per ispezionabilità immediata, ecc.). Sfruttamento passivo e attivo dell’energia solare termica ed elettrica. Ampio uso di materiali riciclabili.
− i costi delle emissioni di gas a effetto serra e di altre sostanze inquinanti sono stati minimizzati dato che l’opera raggiunge il livello di consumo energetico CasaClima classe “A” e sono state utilizzate energie da fonti rinnovabili come il fotovoltaico e il solare termico.
− piano di manutenzione collegato al fascicolo dell’opera con costi di gestione e manutenzione pari stimato circa 1.800 euro annui.

Planimetria. (cliccare sull’immagine per consultare la galleria fotografica)