La storia de “la Galleria” di Milano

di Redazione

2018-02-05T23:34:32+00:00 6 gennaio 2018 |

Inaugurata nel mese di dicembre, è in corso a Milano, presso il Castello Sforzesco, l’esposizione Sotto il cielo di cristallo. Un racconto della Galleria Vittorio Emanuele II a 150 anni dall’inaugurazione.
La mostra − realizzata a cura di Ornella Selvafolta, con Isabella Fiorentini, Barbara Gariboldi e Loredana Minenna − è dedicata a uno dei monumenti simbolo della città, la Galleria Vittorio Emanuele II, in occasione del centocinquantesimo anniversario della sua inaugurazione, avvenuta nel 1867, anche se poi i lavori terminarono soltanto dieci anni dopo.
Progettata da Giuseppe Mengoni, in seguito a un concorso, “la Galleria” è una strada pedonale coperta, che collega piazza Duomo a piazza della Scala. La presenza di negozi e locali di lusso, la fanno diventare, fin dal principio, la sede di ritrovo preferita della borghesia cittadina, tanto è vero che viene sopranominata “il salotto di Milano” e “il cuore della città”.

La mostra al Castello Sforzesco − un altro, insieme al Duomo, dei simboli milanesi − ricostruisce la storia architettonica, tecnica, urbanistica e amministrativa della Galleria Vittorio Emanuele II attraverso i numerosi documenti esposti, alcuni dei quali inediti, come disegni tecnici, fotografie, dipinti, lettere, atti legali, stampati e manoscritti.
L’intero progetto è una produzione dell’Archivio Storico Civico e Biblioteca Trivulziana, in collaborazione con Cittadella degli Archivi della Città di Milano, Civica Raccolta delle Stampe “Achille Bertarelli”, Civico Archivio Fotografico, Palazzo Morando – Costume Moda Immagine.